Il j’accuse di Sgreva

Qualcuno l’ha definito un bilancio di emergenza, altri hanno dato la colpa alle troppe tasse che lo Stato sta imponendo, altri ancora ne hanno approfittato per accasarsi nel carro di quel civismo che sa solo ed esclusivamente da vecchia politica. Una cartina tornasole che evidenzia quanto il Pd ed il Sindaco si stiano spostando verso destra.

LEGGI L’INTERO INTERVENTO DI SILVANO SGREVA

Lega, chi è la terza ‘triumvira’

Manuela Dal Lago, vicentina, figlia di Emanuele e madre di Emanuele (si vede che in famiglia piace così) è oggi una dei triumviri della Lega, componente della segreteria collegiale che – con Maroni e Calderoli – dovrebbe ripulire il partito dopo gli scandali. Dei tre è il personaggio meno noto. Nata nel 1946, faceva la prof di matematica alle medie quando ha iniziato la carriera politica, nel Pli di Valerio Zanone, ereditando lo scettro dal padre, stimato avvocato vicentino liberale. La figlia segue le orme paterne e rappresenta i liberali in consiglio comunale a Vicenza e nell’83 è delegata al congresso liberale di Genova. Zanone si è dimesso da segretario e ha indicato Renato Altissimo il suo successore, ma si candida pure Alfredo Biondi.

LEGGI L’INTERO SERVIZIO SU L’ESPRESSO

Pedemontana Veneta: rischi falda e acquedotti

Quanto apparso sulla stampa locale di fine marzo (GdV del 29 marzo 2012) richiama quello che può essere la tempesta perfetta nella Pedemontana Veneta: pioggia battente, incidente stradale con conseguente tamponamento e ribaltamento di una cisterna per il trasporto di prodotti chimici o idrocarburi, che fuoriescono e vengono smaltiti in falda direttamente grazie ai pozzi disperdenti non separati delle trincee.

LEGGI L’INTERO COMUNICATO DEL COVEPA

Pedemontana, mancano i soldi delle bretelle

In dieci anni di attività Veneto Strade, la società che gestisce le strade regionali, a parte il Vicentino e qualche statale, ha realizzato opere per 875 milioni. E progetti per altrettanti investimenti sono pronti. Bloccati però dalle poche risorse pubbliche dovuti a crisi e patto di stabilità. Che cosa resta al palo?

LEGGI L’INTERO SERVIZIO SU IL GIORNALE DI VICENZA

Pedemontana, gli spagnoli vendono ai torinesi Dogliani

La compagnia spagnola Sacyr Vallehermoso ha ceduto l’11 per cento del Consorzio stabile Sis, incaricato a realizzare della Superstrada Pedemontana Veneta, riducendo le proprie quote dal 60 al 49%. La maggioranza è ora in mano al gruppo torinese Dogliani, attraverso la Fininc, società per azioni costituita da Inc e Sipal, con il 51%. Un passaggio che segue le voci di un disimpegno del gruppo spagnolo dovuto alla crisi del mercato immobiliare iberico, ma che sarebbe «una semplice operazione azionaria» secondo Claudio Dogliani, direttore generale della Sis, che smentisce un’uscita definitiva degli spagnoli pur dicendosi pronto ad aumentare ulteriormente le quote «se i nostri soci spagnoli intendono diluire le loro».

LEGGI L’INTERO SERVIZIO SU NUOVAVICENZA.IT

Pedemontana veneta: un buco nel progetto frena i finanziamenti

Un buco nel progetto esecutivo della Pedemontana, ormai cosa fatta per il 95% dei 94 km tra Montecchio Maggiore e Spresiano. Ma quel 5% che manca, tale a quanto pare da bloccare metà opera, fa venire i sudori freddi al concessionario italo-spagnolo Sis che ha bussato alle banche appena vinto la gara per progetttare e realizzare l’arteria. Oggi il Consorzio in realtà è più italiano che spagnolo, visto che tra un mese verrà formalizzata la cessione dell’11% delle quote dell’iberica Sacyr Vallehermoso, che deteneva la maggioranza, ai torinesi Dogliani.

LEGGI L’INTERO SERVIZIO SU IL GIORNALE DI VICENZA

Fabris: «Pedemontana a rischio a causa della Nuova Valsugana»

«La Superstrada Pedemontana è a rischio: la realizzazione della Nuova Valsugana rischia di invalidare tutte le previsioni di traffico sulla Pedemontana, e di conseguenza il project financing e l’opera». L’allarme viene da Mauro Fabris, commissario governativo al tunnel ferroviario del Brennero. Che, non contento, rincara: «Vicenza rischia di rimanere isolata, una specie di “Striscia di Gaza” fra Autobrennero a ovest e Nuova Valsugana a est».

LEGGI L’INTERO SERVIZIO DEL CORRIERE VENETO

Questura fa rima con censura? Intanto a Vicenza…

Desta stupore, sconcerto e inquietudine il comportamento della questura di Vicenza nei confronti di Diego Neri, cronista de Il Giornale di Vicenza, al quale, almeno secondo il sito del sindacato dei giornalisti veneti, sarebbe stato interdetto senza motivi l’accesso ad un’ala della stessa questura. Bene hanno fatto quindi sindacato e Ordine dei Giornalisti del Veneto a prendere posizione a sostegno del collega: nei cui confronti da parte di chi scrive va peraltro un eguale attetstato di solidarietà. Il questore Angelo Sanna ha l’obbligo morale prima che giuridico di spiegare una decisione del genere. E i colleghi dovrebbero, tutti insieme, protestare in modo vibrato a sostegno non solo del collega, ma del diritto di cronaca, le cui prerogative stanno scritte nell’articolo 21 della Costituzione e non certo su un ordine di servizio appeso non si bene dove e voluto non si sa bene da quale dipendente di un ente pubblico, pagato peraltro coi soldi della collettività.

Marco Milioni

Alla fiera del Nord


«Alla fiera del Nord, nell ’88 un avannotto mio padre pescò. L’avvanotto bevve il Po, divenne il Trota e alle elezioni la gente lo votò»… Stavolta a finire sotto le grinfie della satira di Elio e le storie tese c’è il Carroccio grazie ad una geniale e reinterpretazione de la “Fiera dell’est” di Angelo Branduardi. Ascoltare per credere…

Maule

Le garanzie di legge sugli indagati sono una cosa; stabiliscono che chiunque, sul piano processuale, è innocente fino a sentenza definitiva di segno opposto. Altra cosa sono le responsabilità politiche. Altra cosa quelle cosiddette oggettive. Questo cappello calza a pennello sulla vicenda di Valter Baruchello, uomo forte del Pdl dimessosi poche ore fa dalla presidenza della vicentina Ftv a causa di una investigazione penale condotta dalla procura di Verona, che ipotizza rapporti illeciti per gli appalti in seno alla spa del trasporto pubblico di proprietà di palazzo Nievo. Al centro del ciclone d’indagine c’è la Nicolini Gestioni, una srl scaligera attiva in molte realtà pubbliche: e nel Veronese e nel Vicentino.

LEGGI L’INTERO CORSIVO SU VICENZAPIU.COM

Cerca
Calendario
novembre: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Archivio
Esenler temizlik şirketleri porno Bakırköy temizlik şirketleri