Il caso Fontana finisce in prefettura e la Pro San Bortolo nel mirino di Equizi

(m.m.) «I silenzi della giunta Variati sul cosiddetto caso Fontana hanno dell’indecente. Non è comprensibile il mutismo tombale col quale il sindaco taccia i dettagli di una storia che lo vede in parte protagonista, vista la vicinanza tra lo stesso Fontana e il primo cittadino. In queste settimane la stampa locale ha letteralmente bombardato l’amministrazione: possibili conflitti di interesse, presunte anomalie, gestione personalistica della res publica. Questi sono gli addebiti che sul piano politico, ma non solo, hanno messo il sindaco Achille Variati all’angolo». Sono questi i toni di uno dei passaggi salienti del dispaccio con il quale ieri a tarda sera Franca Equizi, ex consigliere comunale berico, ha accompagnato e reso pubblico un esposto, sull’affaire Diego Fontana, indirizzato in prefettura ieri pomeriggio. Equizi nella sua nota aggiunge altresì che la «situazione in comune è pesante, si parla di dipendenti esasperati e al contempo spaventati alla sola idea di venire allo scoperto per raccontare un pezzo del puzzle. Gli addentellati di Fontana con la Pro San Bortolo, con l’Opera Pia Cordellina e altre associazioni debbono fare riflettere. E debbono far riflettere i trascorsi di Variati come presidente della Pro San bortolo negli anni Novanta: una associazione che in realtà nasconde uno dei potentati in salsa ex Dc che continuano ad avere una grande influenza sui destini della città». Equizi in realtà riprende alcuni dubbi circa il comportamento di Fontana, sul quale sarebbe stato aperto anche un fascicolo disciplinare (circostanza non verificata peraltro), emersi in due servizi pubblicati da VicenzaPiù il 27 novembre e il 17 dicembre di quest’anno. La giunta pur interpellata al momento non commenta.

Lascia un Commento

Cerca
Calendario
dicembre: 2011
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
Archivio
Esenler temizlik şirketleri porno Bakırköy temizlik şirketleri